Contrastare l’hate speech. Una giornata di formazione per i referenti della comunicazione

Da almeno vent’anni il discorso pubblico (politico e massmediatico) attribuisce un ruolo cruciale al tema delle migrazioni, tuttavia il fenomeno raramente è presentato in termini di una complessità da conoscere e affrontare con strumenti adeguati, o in termini di opportunità, più spesso è raccontato secondo una narrativa semplificata che tende a presentare le migrazioni come un’emergenza, un problema se non addirittura come una potenziale minaccia alla sicurezza del paese e dei cittadini. La giornata formativa per i referenti della comunicazione istituzionale per le PA di Puglia ha l’obiettivo di fornire ai giornalisti e ai comunicatori istituzionali strumenti per:

  • affrontare la complessità intrinseca dei fenomeni migratori spesso usati nel dibattito pubblico in modo strumentale ed emotivo;
  • riconoscere e contrastare le diverse forme di hate speech;
  • superare la visione semplificata ed emergenziale delle migrazioni e delle narrazioni pubbliche e mediatiche che spesso la sottendono;
  • raccontare le trasformazioni che attraversano la contemporanea società italiana, le possibili forme di riconoscimento dell’altro, senza tralasciare le difficoltà dell’appartenenza, dell’accesso ai diritti e dell’inclusione

Uno specifico focus di approfondimento sarà dedicato alla Carta di Roma, il Protocollo deontologico concernente richiedenti asilo, rifugiati, vittime della tratta e migranti, redatto congiuntamente da FNSI e Consiglio Nazione dell’Ordine nel 2008.

Programma. 28 ottobre, nella sede dell’Ordine dei Giornalisti di Puglia, Strada Palazzo di Città, 5, Bari, ore 9.30-14.30

Saluti di Piero Ricci, presidente dell’ODG Puglia e Francesco Nicotri, Regione Puglia, sezione sicurezza cittadino, politiche per le migrazioni ed antimafia sociale. 

Introduce i lavori Antonio Ciniero, Università del Salento – Il contesto migratorio pugliese tra percezione, racconto mediatico e dinamiche territoriali. 

Intervengono Piera Francesca Mastantuono – Carta di Roma ovvero «Protocollo deontologico concernente richiedenti asilo, rifugiati, vittime della tratta e migranti»; Stefano Pasta, Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media dell’Innovazione e alla Tecnologia (CREMIT) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano – Razzismi 2.0, odio online, fake news, la comunicazione al tempo della post-verità.

La giornata di formazione dei referenti della comunicazione istituzionale delle PA pugliesi per coordinare strumenti e contenuti è una delle attività previste dall’AZIONE 3 del progetto IMPACT – Integrazione dei Migranti con Politiche e Azioni Coprogettate sul Territorio. 

N.B. La giornata di formazione è realizzata con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti di Puglia, è inserita nella piattaforma SiGeF, Sistema Informatizzato Gestione Formazione dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti, rientra fra gli eventi di deontologia e riconosce ai partecipanti 7 crediti formativi.